Migliaccio napoletano

3 Febbraio 2020lericettediluci2015

❤️❤️ATTENZIONE!!! CREA DIPENDENZA❤️❤️

In questi giorni chi mi ha seguito avrà capito che mi piace friggere e mi piace il fritto..quello fatto bene naturalmente! 

Ma era da molto tempo che volevo provare un dolce napoletano tipico di Carnevale che, udite udite, non è fritto: il #migliaccio !!! Voglio subito confessarvi che, prima della settimana scorsa, lo avevo mangiato solo un paio di volte e molti anni fa preparato dalla suocera di mia zia. Eh si…

A casa mia a Carnevale si sono sempre preparate le chiacchiere e il sanguinaccio e la lasagna. Il migliaccio lo conoscevo così come conoscevo molte persone che lo preparavano abitualmente.

Quest’anno quindi ho deciso che dovevo prepararlo per forza…che era un vero e proprio “scuorno” (vergogna) che una napoletana con un blog con avesse il migliaccio tra i suoi dolci

E allora L’HO FATTO!!!

Che dirvi!!! Il primo è  sparito in un nano secondo ed è piaciuto talmente tanto che mio marito, supportato da mia mamma, me ne hanno fatto richiesta qualche giorno dopo…con il risultato che ho sfornato più migliacci nell’ultima settimana che in tua la mia vita😅😅😅😅

La ricetta viene dal blog della mia amica Valentina Cappiello che ha un blog di dolci pazzesco 

Riporto la ricetta di Valentina pedissequamente con tutti i suoi preziosi suggerimenti ed indicazioni.

Ebbene ….dovete assolutamente provarlo perché crea dipendenza ed è di un buono che non riesco a spiegarvelo! carnevale è ancora lontano…io sicuramente ne sfornerò altri..e voi?? Lo conoscete? Lo avete mai assaggiato?

Migliaccio napoletano

INGREDIENTI
per uno stampo da pastiera diametro 20 cm
(per la precisione, il fondo è 16 cm e la parte superiore è di 20 cm)
Foderate lo stampo con due strisce di carta forno poste a mo’ di croce: in questo modo sformerete perfettamente il dolce.
Raddoppiando le dosi, invece, potrete ottenere un migliaccio per stampo diametro 26 cm.

90 g di semola di grano duro
375 ml di latte intero fresco
i semini di mezza bacca di vaniglia Bourbon oppure un cucchiaino di estratto
un pizzico di sale
175 g di zucchero semolato tipo Zefiro
30 g di burro
145 g di uova
(sono circa 2 uova e 1/2 di quelle grandi)
250 g di ricotta di pecora (romana)
50 g di cedro e scorza di agrumi canditi, a cubetti
1 cucchiaino e mezzo di acqua millefiori
la buccia grattugiata di poco meno di mezza arancia non trattata e di poco meno di mezzo limone non trattato
1 cucchiaino di rum

In una pentola, cuocete il latte con la semola, la vaniglia e il sale e portate a ebollizione mescolando con una frusta.
Cuocete, mescolando ancora, per altri 3/4 minuti e poi togliete dal fuoco.
Quando il composto sarà tiepido, aggiungete lo zucchero e il burro e mescolate bene.
Appena sarà a temperatura ambiente, unite le uova e la ricotta. Lavorate ora il composto con le fruste elettriche fino ad ottenere una consistenza liscia e omogenea.
Aggiungete il cedro e la scorza di agrumi canditi a cubetti, l’acqua millefiori, la buccia di arancia e limone e il rum e mescolate ancora bene.
Trasferite nello stampo rivestito di carta forno e cuocete a 170°C per 45/60 minuti circa, a seconda del forno, il dolce dovrà essere ben dorato.
Sfornate, fate raffreddare e trasferite su un vassoio o piatto.
Spolverizzate con zucchero a velo.

Se provate questa ricetta Migliaccio napoletanoinviatemi un messaggio in direct sulla mia pagina Instagram e taggatemi nelle story…sarò felice di condividervi nel mio album in evidenza “Rifatte da Voi”

Migliaccio napoletano

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  • Valentina

    3 Febbraio 2020 at 14:20

    Luci è meraviglioso, ti è venuto proprio benissimo, se ne percepisce la morbidezza

    1. lericettediluci2015

      3 Febbraio 2020 at 16:34

      ormai sono diventata la MASTA…come sai l’ho già rifatto per il Santone!!! 🙂

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post