Le Bombette Pugliesi

16 Giugno 2016lericettediluci2015

Per me gli involtini per eccellenza sono sempre state le "Braciole" napoletane. Sin da bambina le mangio cucinate nel sugo e mi sono sempre piaciute moltissimo nella versione semplice con ripieno di formaggio, prezzemolo e aglio. A pensarci adesso, da adulta ed appassionata di cibo, gli involtini sono una grande invenzione. Quando le famiglie erano numerose e lo stipendio era solo quello del marito, spesso misero rispetto alle necessità, le nostre bisnonne e nonne, dedite alla famiglia ed alla cucina, trasformavano le poche fette di carne che potevano permettersi in tanti involtini, farcendoli con quello che c'era in frigo, garantendo così un pasto caldo a tutti i componenti della famiglia. 

Negli anni ho scoperto che la "Braciola" non è solo un piatto campano…solo che in altre Regioni non si chiama così. Grazie al Calendario Italiano del Cibo, qualche mese fa ho avuto modo di fare la conoscenza con gli Involtini alla Messinese, di cui sono diventata ghiotta. 

Oggi festeggiamo la Giornata Nazionale degli Involtini di Carne. L'Ambasciatrice è Valentina De Felice del Blog DiVerdeDiViola. Valentina è un'amica e quindi ho deciso di contribuire a questa giornata con la ricetta che ho conosciuto tramite un'altra mia amica. Mi ha fatto sorridere questa associazione mentale che mi è subito venuta in mente quando ho associato la bombetta a loro due… ho pensato che così, in un certo senso, avrei celebrato anche un pò la Giornata dell'Amicizia. 🙂 

Cristina, l'amica di cui vi parlavo, è torinese ma ama profondamente la Puglia tanto da trascorrere spesso le vacanze a Cisternino. Così, ogni volta che ci sentiamo dopo le sue vacanze in Puglia, mi racconta delle Bombette, tessendone le lodi e cercando di spiegarmi il loro gusto apocalittico. Ho conosciuto le Bombette tramite i suoi racconti e quindi ogni volta che penso di cucinare questo piatto mi viene in mente anche Lei. 

La Bombetta è un piatto tipico pugliese nato circa 40 anni fa nella macelleria Romanelli-Lasorte di Martina Franca per poi diffondersi in tutta la Valle d'Itria e anche in altre zone con qualche variante. 

Perchè si chiamano Bombette? Per la forma piccola e quasi rotonda e per il sapore esplosivo.  Hanno dimensioni di circa 3–5 cm e vengono preparate con fettine di capocollo (coppa di maiale) ripiene formaggio canestrato pugliese o caciocavallo, sale, pepe ed in alcuni casi prezzemolo.

bombette pugliesi

Esistono molte varianti delle bombette non solo in base alla zona ma anche alla famiglia che le prepara.  La tradizione vuole che molte macellerie le preparino e le cuocino direttamente nelle loro cucine per poi venderle in coni accompagnate da una fetta di pane locale abbrustolito. 

Tra le varianti più famose ci sono quelle senza nessun ripieno se non solo condite con sale e pepe, oppure quelle con l'aggiunta della pancetta tesa all'interno o all'esterno, quelle contenenti il prosciutto, quelle con la carne trita oppure le "bombette messicane" chiamate così per il ripieno piccante.

Vi lascio al mio esordio con le bombette, cucinate nel forno di casa mia. 

bombette crude

Ingredienti per 4 persone

12 fette sottili di capocollo maiale (4/5 mm)

12 fettine di pancetta coppata

150 grammi di caciocavallo, canestrato pugliese o altro formaggio dolce (io ho usato il canestrato)

Aglio

prezzemolo

sale fino

olio extra vergine di oliva

Per preparare le bombette pugliesi iniziate tagliando il formaggio in fettine sottilissime. Prendete le fettine di carne e battetele con un batticarne per assottigliarle il più possibile. Vi consiglio di batterle dopo averle ricoperte di carta forno. Una volta battute tutte le fettine, disponetele in file su un piano di lavoro e farcitele mettendo nell’ordine la pancetta, il formaggio, qualche pezzetto di aglio e un po’ di prezzemolo. Arrotolatele cercando di renderle più strette possibili e fermatele con degli stuzzicadenti. Onde evitare la fuoriuscita di formaggio dai lati vi consiglio, prima di arrotolarle, di ripiegare i bordi laterali di modo che, una volta arrotolata, la bombetta rimarrà perfettamente chiusa.

Mettete Prendete una pirofila e ungetela di olio extra vergine di olive. Adagiate tutte le bombette e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Aggiungete il sale dopo la cottura. Fate cuocere con grill per qualche minuto a lato prima di sfornarle.

Servitele con del pane casareccio abbrustolito.

bombette tagliate

http://www.bombettepugliesi.it/

 

 

 

 

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post