No-knead bread/pane senza impasto

19 Aprile 2017lericettediluci2015

Ormai ho un figlio in casa..il mio lievito madre…Gennarino!!!! Non mi da grossi problemi e lo lascio tranquillamente solo in casa ma ha bisogno di cure e così, da ormai 4 mesi dedico parte del week end a Lui.

Inizialmente mi sono espressa solo con pizza (rigorosamente impasto di Bonci), crackers, grissini, piadine…alternando la pizza a tutte le preparazioni con l’esubero per evitare di essere sommersa da Gennarino, che mio marito chiama “affettuosamente” il BLOB.

Non mi ero ancora avvicinata al pane fino a ora ma ho provato e ora non lo abbandono più!!!!

E’ di una semplicità imbarazzante. Dovete solo impastare e dimenticarvi di lui per un pò di ore. Fate tutte le vostre cose e poi tornate e seguite pochi e semplici passaggi ed è fatta!!!

pane senza impasto
Ingredienti
500 g di farina 0 oppure 00
350 ml di acqua
3 g di lievito di birra oppure
80 gr di pasta madre rinfrescata e arzilla
11 gr di sale fino

pane orizz
Sciogliete la pasta madre o il lievito di birra nell’acqua. In una ciotola mettete la farina ed aggiungete l’acqua e il lievito precedentemente sciolti. Mescolate con un cucchiaio di legno. Dovete impastare molto grossolanamente. Aggiungete il sale e continuate a mescolare fino ad aver amalgamato tutti gli ingredienti.
Coprite la ciotola con un coperchio oppure con della pellicola alimentare e lasciatelo crescere per 12 ore.

Trascorse le dodici ore, infarinate molto bene il piano di lavoro, mettete l’impasto sulla farina e, aiutandovi con una spatola, ripiegate l’impasto a pacchetto.

Rimettete l’impasto piegato nella ciotola con la piega sotto. Attendete ancora 30 minuti. Nel frattempo preparate un canovaccio ben infarinato e un cestino o comunque qualcosa a mezzaluna col fondo tondo e di materiale che permetta all’impasto di ‘respirare’. Io ho usato un cestino portafrutta di vimini.
Poi, dopo i 30′, capovolgi il pane sul canovaccio. Sigillate bene la chiusura e ponete il canovaccio con la pagnotta (chiusura sopra) nel cestino.

Lasciate lievitare circa 1h, nel frattempo accendi il forno (statico) alla max temp. posizionando nella parte più bassa una pentola di ghisa con il coperchio.
Quando il pane sarà pronto (ve ne accorgerete perchè, affondando con delicatezza ma decisione le dita ai lati, l’impasto dovrà tornare indietro lasciando una leggera fossetta), mettetelo nella pentola di ghisa caldissima, spruzzate un po’ di acqua e tappate con il coperchio. Infornatelo abbassando la temp. a 220°. Cuocete a questa temperatura per 20′.
Poi abbassa a 2oo° e cuocete per altri 20′.
Quindi altri 10′ a 200° posizionando la pentola di ghisa verso l’alto e col forno a fessura (aprite leggermente lo sportello aiutandoti con un coltello o cucchiaio di legno). Se volete la crosta croccante questi ultimi 10′ accendete il grill e usa il ventilato.
Il pane è pronto quando, battendolo sotto con un pugno, emette un rumore sordo come se fosse vuoto.

pane con lievito madre

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email
Contenuti nascondi

2 Comments

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post