Le TapEROS

22 Ottobre 2016lericettediluci2015

Voi credete nelle coincidenze?!? Io si!!! Poche settimane prima dell'uscita della sfida di MTC di ottobre, la n° 60, la mia amica e collega Valentina De Felice mi ha fatto una piccola sorpresa che mi ha reso felicissima e mi ha riportato indietro alla mia adolescenza. Lei e Roberto mi hanno inviato questo video per farmi una sorpresa… e ci sono riusciti al punto che sembravo una ragazzina alla prima cotta, mio marito si è persino ingelosito.

Eh si..la Lucia che saluta sono proprio io….non potete neanche immaginare la felicità che ho provato quando mi è arrivato il video. Eros è il mio mito, lo seguo sin da ragazzina quando cantava di essere nato "ai bordi di periferia" dove "è più facile sognare che guardare in faccia alla realtà". Negli anni sono cresciuta con Lui e molti episodi della mia vita sono legati ad una sua canzone; gli esami, i primi amori, sognando di trovare un uomo che mi dicesse "Ti sposerò perchè…" a cui rispondere "Amarti è l'immenso per me".

Mentre ero in preda a ricordi e a canticchiare le sue canzoni, la vincitrice della sfida n° 59 di MTChallenge, Mai Esteve, del blog Il colore della curcuma, ha annunciato il tema della nuova sfida, le Tapas.

mtc60

L'associazione ad Eros Ramazzotti è stata immeditata, oltre che per il suo forte legame alla Spagna, anche perché mi sono immaginata alcune Tapas che avrei voluto preparare per raccontare un pò della musica del mio idolo.

Oltre a tornare indietro nei ricordi e a canticchiare le sue canzoni, è riemersa anche la mia creatività e così, munita di forbici, scotch e tanta fantasia ho anche immaginato il set "adolescenziale" tutto fatto da me con colori, pennarelli e altro. La mia mamma, poverina, ha avuto il compito di scovare in casa i cd e il mio amato lettore che ne ha vissute tante insieme a me!!!! Grazie Giuly, grazie Vale, grazie Roberto e grazie MTC per avermi fatto ritrovare quella fanciulla brufolosa che sognava grazie alle sue canzoni!!!!!!

La sfida prevedeva la preparazione di tre tipologie di TAPAS: i Pinchos, i Montadito e le Tapas. Ecco a Voi le mie TapEROS!!!! spero vi piacciano!!! 🙂

Per il Pinchos, che è un finger food che si infilza con uno stuzzicadenti per essere mangiato in piedi in un sol boccone ,ho pensato agli esordi di Eros. Il mio Pinchos si chiama "ADESSO TU" ed è una preparazione che ricorda uno dei piatti più rappresentativi della cucina romana: la Cacio e Pepe. Ho pensato agli esordi della sua carriera, alla sua romanità e al legame con la sua terra che non si è mai spezzato. Eros canta "ma non dimentico tutti gli amici miei che sono ancora là…" e me lo sono immaginato quando, di ritorno da una tournée li incontra per gustare insieme un piatto indimenticabile come la cacio e pepe. 

Il Montadito è una fettina di pane o un panino mignon farcito con vari ingredienti. Il mio Montadito si chiama "PIU' BELLA COSA" e ha l'ardire di raccontare la storia d'amore tra Eros e Michelle Hunzinker. Ho quindi preparato dei mini panini e li ho farciti pensando alla loro storia d'amore. Il panino  rappresenta la loro unione ed è lo scrigno che custodisce tutti gli altri ingredienti che ripercorrono la loro storia. All'interno troviamo  carciofi ed Emmenthal che rappresentano la provenienza romana di Lui e quella svizzera di Lei. Subito dopo un mini hamburger piccante a rappresentare la fortissima passione che li ha portati a sposarsi e a crearsi una famiglia. Come ingrediente ultimo ho inserito delle cipolle in agrodolce che rappresentano l'amaro di un rapporto che finisce ed il dolce che ne consegue quando, dopo un periodo di crisi, si ricomincia a vivere percorrendo nuove strade pensando a come, attualmente, sono realizzati entrambi e felici in un'altra storia d'amore.

Le Tapas, infine, sono piccole porzioni che si mangiano da seduti con utilizzo di forchettine o cucchiaino. Per questa ricetta ho deciso di preparare qualcosa di tipicamente spagnolo, le Patatas Bravas. Ho scelto una ricetta tipicamente spagnola prima di tutto per la grande fama che Eros Ramazzotti ha acquistato in Spagna, cantando in lingua spagnola quasi tutte le sue canzoni e anche perché in Spagna è talmente conosciuto da essere considerato, credo, uno di loro. Inoltre la ricetta spagnola, lontana dalle origini del cantante, l'ho immaginata anche come simbolo della sua carriera ormai internazionale. Questa ricetta si chiama "BUENA VIDA".

Vi lascio alle ricette, scusandomi con Mai per essere arrivata last-minute questo mese…SCUSA!!! ma è stato uno dei mesi più lunghi e incasinati degli ultimi tempi!!!! Ma grazie ancora….non sai quanto mi sono divertita a cucinare, ritagliare, ricordare con la musica di Eros a palla in tutta la casa!!!!

Pinchos "Adesso tu"

pinchos

Ingredienti per la frittata di pasta cacio e uova

100 g di spaghetti alla chitarra

1 uovo intero

50 g parmigiano grattugiato

Pepe nero macinato fresco

sale fino un pizzico

olio extra vergine di oliva per cuocere la frittata

Per la pastella esterna

50 g di farina
100 ml di acqua
Sale 
Pepe nero macinato fresco

2 cucchiai di pecorino grattugiato1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

Olio per friggere

Per la cremina

4 cucchiai di pecorino romano

4 cucchiai di acqua di cottura della pasta 

pepe nero macinato fresco

Mettete a bollire l'acqua per la cottura della pasta. Salatela quando raggiunge l'ebollizione. Aggiungete la pasta e cuocetela per il tempo indicato sulla confezione. Appena cotta, colatela (conservando un pò dell'acqua di cottura) e mettetela nella pentola aggiungendo il pecorino, il parmigiano ed il pepe. Amalgamate il tutto ed unite un uovo interno precedentemente sbattutto.

In una padella antiaderente mettete un filo di olio extra vergine di oliva e cuocete la frittata girandola una sola volta.

Appena pronta trasferite la frittata su un piano di lavoro e, appena tiepida, tagliatela a cubetti.

In una ciotolina mettete il pecorino ed il pepe macinato ed aggiungete l'acqua di cottura. Mescolate il tutto fino ad ottenere la cremina.

Ponete la cremina alla base e adagiatevi i cubetti di frittata infilzati con uno stuzzicadenti.

 

Montadito "Più bella cosa"

montadito

Ingredienti che compongono il panino

Panini al latte

Carciofi alla romana

Formaggio Emmenthal

Mini hamburger piccanti

Cipolle in agro dolce

Ingredienti per 10 panini al latte (diametro 4,5 cm)

250 g di farina 00
8 g lievito di birra secco oppure 
12 g di lievito di birra fresco
170 ml latte
un cucchiaino di zucchero

Riscaldate il latte. Non lasciatelo bollire ma solo diventare caldo. Sciogliete il lievito di birra nel latte.  Aggiungete farina e zucchero e cominciate ad impastare. Dopo qualche minuto aggiungete il sale ed impastate ancora fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.  

Lasciate lievitare l'impasto per 2 ore. Trascorso questo tempo dividetelo in palline tutte della stessa grandezza. 

Spennellate ogni panino con del latte e lasciateli crescere per un'altra ora. Cuoceteli 20 minuti in forno preriscaldato statico a 200 gradi.

Ingredienti per i carciofi alla romana

2 carciofi medi

1 spicchio di aglio

prezzemolo tritato

menta a pezzetti

1 cucchiaio di olio

sale fino

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e la peluria interna. Tagliate i carciofi a spicchi e metteteli in acqua e limone per non farli scurire. In una padella mettete olio e aglio intero pulito. Fate rosolare l’aglio ed aggiungete i carciofi dopo averli colati per bene. Aggiustate di sale ed aggiungete una manciata di prezzemolo tritato qualche fogliolina di menta a pezzetti. Fate cuocere a fiamma moderata per venti minuti. Trascorso questo tempo toglieteli alzate la fiamma e fateli rosolare per qualche minuto.

Ingredienti per  5 hamburger piccanti

250 g di carne macinata di vitello

1 uovo intero

1 patata piccola bollita

peperoncino a pezzetti piccolissimi

sale fino

1 tazzina di latte

olio extra vergine 

Mettete la carne macinata in una ciotola. Aggiungete il peperoncino a pezzetti piccolissimi e la patata bollita schiacciata con una forchetta. Amalgamate per bene il tutto. In una padella antiaderente mettete un pò di olio extra vergine di oliva e fatelo riscaldare.  Formate degli hamburger grandi quanto il diametro dei vostri panini e fateli cuocere in padella fino al raggiungimento del libello di cottura desiderato.

Ingredienti per le cipole agrodolci

2 cipolle medie 

1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di zucchero

1 tazzina di aceto balsamico

In una padella antiaderente mettete un cucchiaio di olio e le cipolle pulite e tagliate a fettine sottili. Fate soffriggere le cipolle per 5 minuti. Aggiungere l'aceto e lo zucchero e fatele cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti. Quando saranno ben appassite spegnete il fuoco e mettetele da parte per farle raffreddare.

Assemblate il panino mettendo sulla base i carciofi, aggiungendo una fettina di formaggio, l'hamburger e le cipolle, 

Tapas "Buena Vida"

tapas

       Patatas Bravas

4 patate a buccia rossa

100 g di polpa di pomodoro

1 cucchiai di aceto di mele

1 cucchiaino di olio evo

1 spicchio di aglio

1 cucchiaino di paprika dolce

un pizzico di cumino

un pizzico di pepe

sale

olio di semi di arachidi

Pelate le patate, tagliale a dadini e mettetele in acqua fredda fino al momento di cuocerle. Fate cuocere le patate in abbondante acqua calda e salata. Considerate di cuocerle per circa 10 minuti dal momento in cui l’acqua inizierà a bollire.

Nel frattempo preparate la salsa facendo soffriggere l’aglio nell’olio ed aggiungendo il pomodoro, il sale e tutti gli ingredienti. Fate cuocere per circa 15 minuti. Mettete da parte la salsa dopo averla frullata con un minipimer.

Colate le patate e fatele asciugare adagiandole su un panno da cucina. Friggetele in olio abbondante girandole di tanto in tanto fino a che saranno croccanti e dorate.

Colatele su carta assorbente e salatele. Servite con la salsa.

 

 

 

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  • alessandra

    30 Ottobre 2016 at 5:07

    Luciaaaaaa… guarda che noi gli abbiamo scritto, all'Eros…

    E davvero vorrei che rispondesse, perche' di tutti gli omaggi che ha ricevuto, questo sara' sicuramente uno dei piu' originali. E non dubito che lo apprezzerebbe moltissimo. Al momento, lo apprezzo io 🙂 che non e' proprio la stessa cosa.. ma continuiamo a tampinare, dai! Bravissima, comunque!

    1. lericettediluci2015

      31 Ottobre 2016 at 18:57

      Grazie Aleeeeee!!!!! io nel frattempo preparo il valium..qualora dovesse rispondere!!!!! ahahahahahahha…. E' stato bello preparare queste tapas pensando alle sue canzoni ed associandole ai miei ricordi!!!! mi sono divertita un sacco, cantando come una ragazzina mentre cucinavo!!!!! 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post