Le Pallotte Cac’e ove della Nonna Lucia

7 Ottobre 2016lericettediluci2015

Mia nonna, di cui porto orgogliosamente il nome, non cucinava molto spesso cose elaborate per due motivi. Il primo è che preferiva piatti leggeri e semplici cucinati con ingredienti di prima qualità; il secondo è che suo marito, mio nonno, era primo chef di un grande albergo di Napoli. Per il secondo motivo non cucinava spesso soprattutto da quando il nonno era andato in pensione. In cucina comandava Lui, rigoroso, preciso e sempre perfettamente organizzato…difficilmente capace di darti una ricetta scritta perchè lui la cucina l'aveva nel sangue sin da piccolissimo; prima cuoco presso le famiglie nobili napoletane e poi primo chef di hotel di lusso. Lui era il mio amato "Monsù"…ma questa è un'altra storia.

Lei, donna allegra, moderna per i tempi e piena di vita aveva alcuni piatti che le riuscivano divinamente, persino meglio di Lui.

Erano i genitori di mio padre. Eh si, erano, perchè purtroppo ci hanno lasciato qualche anno fa…ma hanno vissuto a lungo e mi ritengo fortunata perchè li ho goduti fino ad età adulta. Pur avendo vissuto quasi tutta la vita a Napoli, erano abbruzzesi e di cucina abbruzzese ne capivano e come. Nativi di un piccolo paesino famoso per essere la Patria dei Cuochi.

Uno di questi piatti erano le Pallotte Cac'e ove. Le faceva morbide al punto giusto, saporite al punto giusto, con la quantità di sugo perfetta.

Ho deciso di partecipare alla giornata nazionale di oggi, di cui è ambasciatrice Elisabetta Vallereggio del Blog il Mondo di Betty, perchè amo questo piatto e perchè voglio dedicarlo alla Nonna Lucia che, in questo momento, starà cucinando le sue amate Pallotte a tutti gli angeli del Paradiso.

Per la ricetta della Nonna ho consultato mia mamma e mia zia perchè io le ho sempre mangiate ma non Le avevo mai chiesto la ricetta. Sono contenta percè il sapore mi ha ricordato proprio le sue e mi ha fatto sentire molto vicina a Lei.

pallotte2

Ingredienti

per le pallotte

250 g di pane raffermo

50 g di parmigiano grattugiato

100 g di pecorino grattugiato

2 uova intere

un pizzico di sale

prezzemolo tritato

latte per bagnare il pane

olio da frittura

per il sugo

400 g di pomodoro passato

200 g di pomodori freschi da sugo

2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

1 spicchio di aglio

1/2 cipolla

sale

Prendete del pane raffermo e mettetelo a spugnare nel latte. Quando il pane sarà ben spugnato stizzatelo per bene e trasferitelo in una ciotola. Aggingete le uova intere, il parmiggiano e il pecorino grattugiato, un pizzico di sale e del prezzemolo tritato. Lavorate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.

Mettete una padella ampia sul fuoco con olio per friggere e fate riscaldare bene l'olio. Formate con le mani della pallotte avendo cura di farle tutte della stessa dimensione per avere una cottura omogenea. Friggere le pallotte girandole una volta e metterle da parte su un foglio di carta assorbente.

In un tegame mettete l'aglio sbucciato ed intero e la cipolla anch'essa sbucciata. Fate rosolare nell'olio per qualche minuto. Aggiungete il passato di pomodoro e i pomodori freschi tagliati a pezzoni grandi.

Fate cuocere per circa 15 minuti. Aggiungete le pallotte e fare insaporire per altri 15 minuti.

Servite calde.

 

 

 

 

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post