Zuppa d’orzo

29 Febbraio 2016lericettediluci2015

Questa settimana il Calendario italiano del cibo festeggia la giornata nazionale delle zuppe e minestroni.

Ambasciatrice della Settimana è Giorgia Pasqualotto del blog Le Coin Gourmand

Banner Calendario

Personalmente amo le zuppe per cui non ho potuto resistere al richiamo di questa settimana. La zuppa che vi propongo è una zuppa tipica della cucina alto-atesina.

Da quando ho scoperto questa zuppa me ne sono totalmente innamorata: sto parlando della zuppa d'orzo o "Gerstensuppe" (come la chiamano gli abitanti della regione).

Chi è andato in Alto Adige avrà sicuramente assaggiato questo piatto!!! Dai ristoranti di lusso a quelli tipici, nelle baite di montagna o a fondo valle…tutti servono questo piatto dagli ingredienti molto semplici ma gustosissimi!!!!


La zuppa d'orzo, grazie alle verdure, all'orzo e allo speck e che contiene è un piatto completo e può essere definito un piatto unico! In Alto Adige è da sempre un piatto molto apprezzato dai contadini per il suo apporto nutritivo completo.

La ricetta che vi popongo è tratta da un testo di cucina tirolese che ho acquistato la prima volta che mi sono recata in questi luoghi meravigliosi. Il libro si chiama "Cucinare nelle Dolomiti" ed è pubblicato dalla casa editrice Arthesia.

La famiglia di mio marito è di origini tirolesi e, a detta di molti di loro, la mia ricetta è uguale all'originale!!!! sono soddisfazioni…. 🙂

Ingredienti per 4 persone (porzioni abbondanti…considerando che viene in genere servito come piatto unico)

1 cipolla media tagliata a dadini

1 carota media tagliata a dadini

1 patata grande tagliata a dadini

1 gambo di sedano tagliato a dadini

100 g di speck tagliato a cubetti 

200 g di orzo perlato

1 l e 1/2 di brodo di carne

1 cucchiaio di burro erba cipollina sminuzzata

sale q.b.

1 foglia di alloro pepe da macinare al momento  

 

N.B. La ricetta del mio libro prevede la carne di maiale affumicata mentre io utilizzo lo speck. Di solito utilizzo speck prodotto in Alto Adige che compro li oppure nei supermercati che trattano prodotti della regione.

Sbucciate la cipolla e tagliatela a dadini. Metterla in una pentola (io utilizzo il coccio) insieme al burro e lasciarla appassire per 5 minuti (se cuocete nel coccio considerate dieci minuti perchè la pentola ci mette più tempo a riscaldarsi). Aggiungete le carote ed il sedano e far rosolare per altri 5 minuti.  Lavate l'orzo in acqua fredda e unirlo nella pentola alle verdure. Aggiungere lo speck e la foglia di alloro ed irrorare il tutto con il brodo e fate cuocere per circa un'ora, aggiungendo di tanto in tanto del brodo man mano che l'orzo lo assorbirà. Il tutto cuocerà per circa 1 ora.

Quando l'orzo risulterà quasi cotto aggiungere la patata e lasciar cuocere per 20 minuti circa e comunque fino a quando la patata sarà ben cotta.

Condite la minestra con sale e pepe e con un filino di oloio evo.

Suggerimenti: per abbreviare i tempi di cottura potrete mettere l'orzo in ammollo in acqua fredda per circa 3 ore.

zuppa d'orzo

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

7 Comments

  • Giorgia

    1 Marzo 2016 at 11:35

    Grazie per questa bella ricetta Lucia. Mi capita di preparare zuppe a base di orzo ma certo non questa originale, cosa che devo assolutamente fare. Grazie per aver partecipato alla settimana dedicata a Zuppe&Minestroni!

    1. lericettediluci2015

      1 Marzo 2016 at 16:07

      grazie mille a te!!!! fammi sapere poi quando la prepari cosa ne pensi!!! 🙂

  • Cristina

    29 Febbraio 2016 at 16:34

    Che delizia! Adoro le zuppe con quella consistenza cremosa e avvolgente!

    1. lericettediluci2015

      29 Febbraio 2016 at 16:42

      Grazie cristina!!! anche io le amo molto…soprattutto quando fuori fa freddo…. 🙂

  • Erica

    29 Febbraio 2016 at 14:52

    Io la adoro, è uno dei miei piatti preferiti quando vado in alto adige, sia d’inverno sia d’estate, ed è legata a ricordi di quando ero bambina. Fantastica. Grazie Erica

    1. lericettediluci2015

      29 Febbraio 2016 at 15:26

      Grazie per i complimenti!!! io l’ho scoperta andando in Alto Adige dai parenti di mio marito e me ne sono letteralmente innamorata….così ormai la cucino spessissimo!!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post