caramello-orizzontale-1300
Dolcezze

Caramello salato

Ultimamente preparo molte cose dolci…devo investigare su questa fase perchè in linea di massima io non amo i dolci. Eppure vedo foto bellissime di preparazioni dolci, sfoglio libri di pasticceria e mi innamoro di tante ricette…oltre a questo mio marito adoro mangiucchiare qualcosa di dolce dopo cena e così sto coltivando questo momento fino a quando mi verrà di nuovo "il blocco dolce" e ricomincerò a fare perlopiù preparazioni salata.

Il caramello salato non lo conoscevo fino ad un anno fa quando Valentina non me ne ha parlato. Il caramello mi ricorda mia nonna che ogni pomeriggio veniva a casa e ci portava le caramelle mou, anche quando ormai eravamo grandi. Quello che mi ha sempre attirato da quando Vale me ne ha parlato è stata la curiosità di scoprire l'unione del dolce al salato….ora che l'ho scoperto non smetterò di prepararlo!!!!!!

caramello-verticale1-500

Ingredienti
160 g di zucchero semolato
250 g di panna fresca 
50 g di burro salato*
1/4 di cucchiaino di sale fino*, se non avete usato il burro salato
Sale grosso leggermente pestato al mortaio, per decorazione

caramellocolante-verticale-500

Mettete lo zucchero, spargendolo in maniera quanto più omogenea possibile, in una padella antiaderente e fatelo sciogliere senza mai toccarlo. In un pentolino a parte scaldate la panna portandola quasi a bollore.
 
Quando lo zucchero comincerà a scurire e a diventare liquido, versate la panna a filo (non spaventatevi se si gonfia e schizza un po', è del tutto normale). Iniziate a mescolare con un cucchiaio di legno ben asciutto fino a quando tutto si sarà sciolto diventando fluido prima e denso dopo, ci vorranno alcuni minuti, abbiate pazienza.
 
Spegnete il fuoco e mantecate con il burro salato(*o se non lo avete aggiungete il burro con il sale). Versate in un barattolo di vetro e fate raffreddare completamente prima di trasferirlo in frigorifero. Dopo circa 6 ore di riposo in frigorifero il caramello salato è pronto.
Commenta con Facebook
Print Friendly
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *