polpette di mamma orizzontali
Secondi piatti

Polpette di Mammà

La mia mamma si chiama Giuliana ma io non la chiamo quasi mai mamma (se non quando mi fa incavolare)…per me Lei è Giuly e mi rendo conto che quando pronuncio questo nome lo faccio con tutta la dolcezza, tenerezza e l'affetto possibile perchè Lei è il mio tutto; è la persona che capisce sempre come mi sento anche quando neanche io riesco ad ammetterlo neanche a me stessa. 

Giuly è una grande mamma e cucina da mamma, mettendo sempre il cuore in quello che fa. E' per questo che quando Aylin del Blog "Una famiglia in cucina" ha lanciato il suo nuovo contest dal titolo "Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei" mi è venuta in mente Lei prima del mio piatto preferito. Perchè???? perchè nonostante ami cucinare e farlo mi rilassa come poche altre cose, i miei piatti preferiti sono inevitabilmente legati a lei e alla meravigliosa infanzia che ho avuto grazie alla mia famiglia e al clima che ho respirato, grazie alla quale sono diventata la Lucia di adesso e grazie alla quale cerco di metterci sempre tutta me stessa nella mia famiglia e ci riesco, non per presunzione, con una naturalezza infinita.

22155162_10214591300525349_1964865873_n-768x912Ma veniamo al mio piatto preferito, quello del mio podio personale: le polpette al sugo!!!! Le adoro….mi piace impastare la carne macinata e sentire che cambia consistenza quando aggiungo le uova, e la ricambia ancora quando aggiungo il parmigiano. Mi piace arrotolarle e cercare di farle tutte uguali per dar retta alla mia vocina maniacale che mi dice "questa è di qualche millimetro più grande dell'altra". Impazzisco per il friccicore che sento quando la metto nell'olio, per la crosticina che si crea quando inizia a cuocere inebriandomi per il profumino che si spande in cucina. E mi piace infine quando le metto nel pomodoro e mi tengo da parte il "culetto" del pane per infilarle dentro e finalmente addentarle.

“Con questa ricetta partecipo al contest di Una Famiglia in Cucina – Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei”

polpette verticali

Per le polpette

500 g di carne macinata di vitello
3 uova intere
150 g di pane raffermo pesato da asciutto
100 g di parmigiano grattugiato
sale fino
acqua per ammollare il pane

olio per friggere

Per il sugo
500 g di pomodori pelati
2 cucchiai di olio extra vergine
1 spicchio di aglio
un pizzico di sale

polpette al sugo

Mettete ad ammollare il pane raffermo nell'acqua o nel latte. Strizzatelo per bene con le mani e mettetelo da parte. 

In una ciotola mettere la carne macinata, il pane raffermo sbriciolandolo con le mani, il parmigiano grattugiato, le uova. Aggiungete anche il sale ed il prezzemolo sminuzzato. 

Lavorate il composto fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati tra di loro.

Formate delle polpette. Fate riscaldare l'olio per friggere in una padella antiaderente. Le polpette non devono friggere totalmente coperte ma l'olio deve arrivare più o meno a metà polpetta per poi girarla e cuocerla dalla parte opposta.  Cuocete ogni lato fino a che si sarà formata una leggera crosticina. Non preoccupatevi se all'interno rimarranno leggermente crude perchè continueranno a cuocere nel sugo.

Una volta fritte tutte le polpette procedete con il sugo. In un tegame fate soffriggere lo spicchio di aglio con l'olio. Aggiungete i pelati e salateli. Fate cuocere a fiamma bassa per dieci minuti. Aggiungete le polpette e lasciate cuocere per altri 20 minuti coprendo il tegame con un coperchio.

Servite calde. Consiglio vivamente di mangiarle con tanto pane, ancora meglio di metterle in un tozzetto di pane e addentarle insieme. 

polpettanelpane

Commenta con Facebook
Print Friendly
Condividi:

3 Comment

  1. Ciao Lucia, molto bella questa ricetta tipica… ho notato che ci sono delle somiglianze ed alcuni punti di contatto con la cucina calabrese, di cui ho parlato molto (e parlo tuttora) sul mio blog. Grazie mille, la cucina tipica va sempre valorizzata 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *