Brownies di Martha Stewart

15 marzo 2018lericettediluci2015
Blog post

Sono qui davanti alla tastiera mentre mangio uno degli ultimi cubetti di Brownies sopravvisuto alla bocca di mio marito. Dovete sapere che io non amo particolarmente i dolci, ho un palato piuttosto incline al salato, ma quando si tratta di cioccolato impazzisco letteralmente; oltre al fatto che adoro vederlo felice come un bambino quando gli preparo un dolce che può mangiare la sera mentre si accoccola sul pouff o di mattina a colazione. Nonostante negli anni si sia abituato a chiedermi sempre "posso mangiare o devi fare la foto???" e nonostante subisca i miei scleri da blog, convive felicemente con la foodblogger che è in me complice i manicaretti che gli preparo e il suo essere un "santouomo".

Mi rileggo e penso che probabilmente chi leggerà questo post si chiederà "ma chi te lo fa fare???? non potresti limitarti a preparargli tante cose buone e a fargliele mangiare senza farlo aspettare….non potresti limitarti a trascrivere le tue ricette su un ricettario e a mandare la foto tramite whattsapp a quelli che ti chiedono consiglio???????"

Ecco, ci ho pensato…spesso..soprattutto in determinati momenti ma la risposta è semplice. Le passioni sono tali perchè non si possono spiegare razionalmente, anzi, spesso ci si ritrova a contrastare proprio la ragione per difendere questa passione. E poi ci sono le grandi scoperte che fai quando entri in un mondo totalmente estraneo a te ma che con il tempo si trasforma in qualcosa di tanto familiare….una di queste scoperte è Valentina, vincitrice dello scorso The Recipe-tionist.

marzo-Aprile 2018

Ci siamo conosciute "virtualmente" tre anni fa…complice una ricetta dell'antica Roma e la mia ansia da foto. Tramite un "bozzetto hitleriano" disegnato da Valentina per aiutarmi a sistemare il set della ricetta abbiamo iniziato a chiacchierare prima delle foto, poi di una ricetta e poi pian piano di tanto altro…prima ancora di conoscerci fisicamente ci conoscevamo già…

Da allora ne sono successe veramente tante ed oggi posso con gioia dire di avere un'amica su cui poter contare!!!!! Quando ho sfogliato tutto il suo blog, Profumo di Limoni, conoscevo già tutte le ricette pubblicate ….compresi i retroscena, spesso divertenti fino alle lacrime, altre volte molto sofferti!!!!! 

Vi lascio alla ricetta che è veramente goduriosa, oltre ad essere molto semplice…voi seguitela alla lettera e vedrete che bontà!!!!!!

Brownies int 3

Ingredienti

110 grammi di Burro
180 grammi di Zucchero di canna chiaro
170 grammi di Cioccolato fondente
30 grammi di Polvere di Cacao amaro
120 grammi di farina tipo 00
3 uova grandi
1 pizzico di sale fino

Brownies int 2


Brownies int 1

 

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

4 Comments

  • Sarapixel

    15 marzo 2018 at 12:57

    Cara la mia "impopolare" Valentina… Ne vedrai delle belle!! E tu Lucia ha aperto in modo meraviglioso questo gioco: i brownies della Vale, un sogno! ❤

    1. lericettediluci2015

      15 marzo 2018 at 13:12

      Grazie tesoro….e tu mi hai seguito degnamente e con una ricetta che……bocca mia taci!!!!!!! anche questo è il bello di questo meraviglioso gioco!!!!!!! un bacio forte amica!!!

  • Elisa Baker(Flavia)

    15 marzo 2018 at 10:20

    Luci…. Oh Luci benedetta, tanto da farmi invocare Santa Paletta da Williams-Sonoma! Mi tagghi di prima mattina (per me le 8.00 am sono primissima mattina eh) con una foto del genere io che sono di nuovo a dieta seria..mi hai uccisa, ma sono morta felice. I brownies sono una di quelle cose che ti riconcilia col mondo, grazie cara per essere stata così puntuale e precisa. Ora venendo a Valentina, che si autoproclama "impopolare", vorrei dire che non è il "quanto", ma il "come" e per me il come con lei è di altissima qualità, così come lo è con te! Baci e buona giornata e beati voi che ve li siete potuti mangiare questi dolcetti tanto buoni!

  • Vale

    15 marzo 2018 at 8:15

    Allo schizzetto hitleriano ho avuto un mancamento, agli scleri da foodblogger ho avuto ben presente la scena della teglia di spitzbuben cascata a terra a tarda ora e le urla successive e un tremore mi è venuto fino a che la frase del "come ci siamo conosciute" non è finita. Avevo il serio terrore che scrivessi proprio tutto ciò che ci dicemmo ahahahahahhhahhah e il mio motivo di approccio, e poi altro che messaggi privati da utenti "alla cacchium". Detto questo, i tuoi sono venuti anche più belli dei miei che, dopo il corso, ho un problema col bianco, il cartoncino grigio e il controluce, tant'è vero che tu stessa hai notato che ho riaperto il "cascione" e ho tirato fuori le tavole di legno di nuovo! Sono anche felicissima che questi brownies abbiano accontentato ed assecondato i gusti del Santone, che magari ci perdonerà le ore di chiacchiere serali o domenicali. Premessa fatta, ti ringrazio per essere stata la prima, per aver partecipato, per aver accolto sempre i miei momenti di scazzo e per esserci sempre, anche in questo momento in cui, la mia vittoria al giochino di Flavia, non era il caso ci fosse, vista la mia impopolarità del momento. Ma tu e Sara siete delle certezze in un mondo di fuffa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post