Uova al Purgatorio

9 Maggio 2016lericettediluci2015

Oggi si festeggia la giornata nazionale delle uova per il Calendario italiano del cibo. L’uovo è probabilmente uno degli alimenti più utilizzato in cucina. Viene mangiato in tutti i pasti e cucinato in ogni modo in quasi tutto il mondo. A partire dalla colazione fino al dolcino del dopo cena tantissimi sono i modi di cucinarlo. E’ presente nella storia sin dall’antichità. Gli Egiziani, i Greci e i Cartaginesi li utilizzavano. I Romani li consumavano, specialmente l’albume, con pane, olive e vino come antipasto alla cena tanto che esisteva anche un proverbio “ab ovo usque ad mala” (Orazio – Satire I, 3, 6-7) ad indicare dall’inizio alla fine come il loro pasto che iniziava con le uova e terminava con la frutta.

Personalmente ho voluto scegliere una preparazione a base di uova che fosse legata alla mia terra. E, ancora una volta, il piatto che mi è venuto in mente è legato alla fervida immaginazione dei napoletani, oltre che ad un’immagine religiosa.

Ho deciso di preparare le Uova al Purgatorio, l’ “ova ‘mpriatorio”.

A Napoli vengono chiamate “ova ‘mpriatorio” perchè il colore bianco dell’uovo intorno al rosso del pomodoro ricordava alcune immagini sacre presenti nelle edicole sacre di Napoli e dintorni raffiguranti le anime avvolte dalle fiamme.

La ricetta è presente nel libro “la Cucina Napoletana” di J. Carola Francesconi.

Ingredienti per 4 persone
8 uova
500 g di pomodori pelati
1 cipolla media
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di olio evo
sale
pepe
basilico

La realizzazione delle uova al Purgatorio è veramente molto semplice: in una padella di ampio diametro fate soffriggere la cipolla sminuzzata ed uno spicchio d’aglio nell’olio evo.

Aggiungete i pomodori pelati e fate cuocere la salsa per una decina di minuti a fuoco basso. Aggiungete il sale ed il pepe.

Aprite le uova nel sugo dopo aver tagliato con la forchetta i pelati. Fate cuocere a padella coperta un’altra decina di minuti a fuoco basso. La salsa deve sobbollire lentamente. A cottura ultimata l’albume dovrà risultare ben compatto mentre il rosso rimarrà piuttosto morbido. Guarnire l’uovo con delle foglioline di basilico.

Se vi piace, potete spolverare anche un po’ di parmigiano prima di servirlo.

uova al purgatorio 2

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email
Contenuti nascondi

7 Comments

  • Francesca Antonucci

    11 Maggio 2016 at 22:53

    Grazie del tuo contributo alla GN dell’Uovo!!!

    1. lericettediluci2015

      12 Maggio 2016 at 9:43

      Grazie a te!!!

  • Cristina

    9 Maggio 2016 at 15:25

    Che buone! Noi le facciamo spesso in estate con i pomodori freschi! Non sapevo fossero un piatto tipico della Campagna ne tantomeno che si chiamassero cosi! Grazie per il racconto e buona giornata!!!

  • laura

    9 Maggio 2016 at 15:24

    che bella ricetta, colorata ed invitante!

    1. Lucia Melchiorre

      10 Maggio 2016 at 9:50

      grazie mille Lauraaaa! è anche molto gustosa!!!

  • Camilla

    9 Maggio 2016 at 11:04

    Ciao!
    Non conoscevo la ricetta delle uova al purgatorio, sembra molto golosa e saporita.
    La proverò!
    Buona Giornata 🙂

    1. lericettediluci2015

      9 Maggio 2016 at 12:35

      Grazie mille di essere passata! si è una ricetta semplice e golosa …un buona alternativa quando non si sa cosa cucinare e non si ha molto tempo!!!! 🙂

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post