Torta salata ricotta, pomodorini e mandorle

25 aprile 2016lericettediluci2015

Eh Eh Eh…lo so..non si comincia una frase cosi, la mia professoressa di italiano del liceo sarebbe stata furiosa e mi avrebbe anche raccomandato di non essere prolissa come al solito…raccomandazione inutile nel mio caso!!! Questa giornata la volevo proprio celebrare perchè racconta di tante cose bellissime!!!

Andiamo indietro di un annetto.. era giugno quando inviavo la mia richiesta di iscrizione all'AIFB, Associazione Italiana Food Blogger. Timidamente, tramite un'amica, mi sono messa in contatto con Fabio il quale mi ha spiegato come fare ad inviare la richiesta.

Io e il mio blog nato da pochi mesi ci siamo così introdotti in questo mondo, timidamente e con molta umiltà, con la consapevolezza di avere tanto da imparare e tanto da pubblicare ma con il desiderio di crescere per me stessa e per Lui, piccolo blog dal dominio gratuito che mi aveva messo addosso una grande allegria e voglia di fare!

E cosi …lo so non si comincia neanche così una frase…eccomi!!!

Da ormai quattro mesi partecipo attivamente al Calendario Italiano del Cibo per celebrare con giornate e settimane il meraviglioso e variegato mondo della cucina italiana. E allora, vi chiederete, perchè raccontarci questa storia proprio nella settimana delle torte salate e non prima??? Adesso ve lo dico….avete mai sentito parlare di MTChallenge???? E' il "gioco più divertente del web", un "gastro-carcere" …tanti foodblogger si sfidano di mese in mese a suon di ricette. Tutte queste sfide hanno dato vita, negli anni, a vari libri, ultimo dei quali si chiama "Torte salate".

Chi mi conosce a fondo sa che non mi sarei mai persa la presentazione dopo aver seguito con grande curiosità un andirivieni di bicilette con le torte salate al posto delle ruote che si diffondevano a macchia di leopardo sui social network.

Sono una persona "carnale" per dirla alla napoletana e in questa occasione ho potuto conoscere di persona tutte le amiche di penna con cui da mesi mi confronto imparando, divertendomi ed evolvendo le mie conoscenze. E così è iniziata una fitta corrispondenza con alcune per sincerarsi che ci saremmo incontrare il 15 aprile alla Feltrinelli…per poterci finalmente conoscere di persona!!!! Tutto questo mondo che nei mesi è passato da me da sola in cucina, a me da sola a litigare con il mondo dell'informatica, al mio dominio in trasferimento durante una notte in cui avevo deciso di non andare a dormire fino a quando ci fossi riuscita (insieme a quel santo di mio marito) è andato finalmente oltre lo schermo per diventare più tangibile e scoprire che dietro quelle piccole immagini dei profili di facebook ci sono tante persone carine e simpatiche con cui condivido questa grande passione! Tutto merito delle Torte salate …ed è per questo che ho deciso di raccontarvi questa cosa proprio oggi!!

La storia più straordinaria che voglio raccontarvi e che mi ha emozionato ascoltando la passione con cui Alessandra Gennaro l'ha raccontata è che parte dei ricavati del libro andrà in favore di un progetto che "intende favorire la preparazione e l’avviamento dei giovani al lavoro, migliorando e innovando i servizi educativi, ponendo attenzione particolare alle politiche di inclusione sociale e alla prevenzione delle diverse forme di disagio giovanile e ai fenomeni di dispersione scolastica", Piazza dei Mestieri. (per saperne di piu, clicca qui).

Per questo vi invito ad acquistarlo per trovare una parte iniziale in cui capirete tanto sui procedimenti e preparazioni di base per preparare una torta salata, per osservare le bellissime immagini illustrate che contiene e per dare il vostro contributo a questo progetto.

torte salate

Finalmente arrivo alla ricetta! Per la pasta frolla mi sono affidata al libro "Torte salate"… ovviamente… mentre per il ripieno mi sono immaginata qualcosa di colorato e allegro con ingredienti freschi di stagione! L'Ambasciatrice di questa settimana dedicata alle Torte salate non poteva che essere Alessandra Gennaro del Blog An Old Fashioned Lady


Torta salata ricotta, pomodorini e mandorle

torta salata2

Ingredienti

per la pasta frolla salata
250 g di farina
150 g di burro a temperatura ambiente
1 uovo medio
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di latte (facoltativo)

per il ripieno
5 pomodorini ciliegino
200 g di ricotta di bufala
2 cucchiai di latte
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
1 pizzico di sale fino
mandorle tritate
basilico fresco in foglie
olio evo per condire i pomodorini

Preparate la pasta frolla. In questo caso, dovendo farcirla con ingredienti a crudo piuttosto umidi ho utilizzato, per la preparazione della pasta frolla, il metodo samblè.

Questo metodo si chiama così per via della "sabbiatura" ottenuta nel lavorare la farina insieme al butto ottenendo un impasto sabbioso e non omogeneo. Il grasso impermeabilizzando la farina fa si che l'umidità degli altri ingredienti non faccia sviluppare glutine e quindi la pasta frolla resti più friabile.

La pasta frolla va lavorata il meno possibile e il più delicatamente possibile quindi personalmente, pur avendo un'impastatrice, preferisco prepararla sempre a mano per non rischiare…poi ogni tanto mi piace tornare ai metodi delle mie nonne quando l'impasto si sentiva nella mani.

Disponete la farina su un piano di lavoro. Aggiungete il burro a pezzetti che avrete tenuto fuori dal frigo per circa 20 minuti prima di impastare per permettergli di raggiungere la temperatura ambiente (i tempi possono naturalmente variare a seconda della temperatura esterna). Lavorate la farina ed il burro con le mani fino ad ottenere un impasto sabbioso.

Aggiungete il sale, l'uovo e il latte e lavorate con le mani fino ad aver amalgamato tutti gli ingredienti. Formate una palla e ricopritela di pellicola per poi riporla in frigo per mezz'ora.

Trascorsa questa mezz'ora potete procedere con la preparazione della base per la cottura in forno. Qui il libro di cui vi ho parlato nell'introduzione, "Torte salate", mi è stato molto utile. Come suggerito ho quindi ricoperto il fondo mobile della mia teglia di carta forno e ho imburrato la parte laterale per poi procedere a stendere la pasta frolla e a sistemarla nella teglia. Dopo aver tagliato i bordi con un coltello ho punzecchiato la base della frolla con una forchetta e ho ricoperto tutta la teglia di carta da forno asciutta ma stropicciata per favorirne l'utilizzo, e ho messo la teglia in freezer per mezz'ora. In questo modo l'impasto in cottura non si è ristretto facendo collassare i bordi ma è rimasto così come l'avevo messo.

Trascorsi i 30 minuti ho inserito la teglia in forno statico già caldo a 180 gradi e l'ho fatta cuocere coperta dalla carta forno per 10 minuti per poi scoprirla e farla cuocere per altri 8 minuti circa. Per i tempi di cottura naturalmente dovrete sempre adattarvi al vostro forno controllando di tanto in tanto lo stato della cottura.

Avendo deciso per la cottura in bianco mi sarebbero stati molto utili i fagioli da mettere sulla base della teglia ma purtroppo ero convinta di averli in dispensa ma, al momento della cottura, ho scoperto che invece erano finiti e quindi non li ho potuti usare.

Una volta cotta ho messo a raffreddare la cialda e sono andata a comprarmi un paio di scarpe!!!! 🙂 (erano mesi che compravo on line solo ciotoline e tovagliette per le mie foto!!!)

Tornata a casa con le mie scarpe fighissime, ho preparato la crema di ricotta mettendo in una ciotola la ricotta di bufala, un pizzico di sale, il parmigiano, il pecorino ed il latte lavorando il tutto fino ad ottenere una crema che ho trasferito in una saccapoche (per queste preparazioni utilizzo quelle di plastica usa e getta…pratiche e comodissime).

Ho lavato i pomodorini ciliegino e li ho ben asciugati per poi tagliarli a fettinealte circa mezzo centimetro.

A questo punto decorare la torta salata è stato rapidissimo alternando due file di ricotta e una di pomodorini leggermente accavallati tra di loro. Un filino di olio e sale sui pomodori,e una spolverata di mandorle. Per guarnire qualche fogliolina di basilico fresco.

Spero che la mia proposta vi sia piaciuta…potete sbizzarrirvi utilizzando l'ingrediente che preferite!!!!!

torta salata 3

Commenta con Facebook
Print Friendly, PDF & Email

5 Comments

  • Carmela

    11 gennaio 2017 at 13:18

    Ciao ho letto la ricetta è sembra buonissima ma vorrei sapere cosa posso mettere al posto del burro e della margarina….grazie 

    1. lericettediluci2015

      12 gennaio 2017 at 10:28

      ciao Carmela!!!! potresti sostituire il burro con dell’olio! io preferisco sempre usare il burro o la margarina ma il risultato con l’olio è comunque soddisfacente!!! Fammi sapere se provi!!! Grazie e buona giornata

  • Erica

    26 aprile 2016 at 10:56

    Lucia semplicemente FANTASTICA !!!

    1. lericettediluci2015

      26 aprile 2016 at 16:01

      grazie cara!!!!!!!

  • Cristina

    25 aprile 2016 at 15:52

    Brava, brava e ancora brava Lucia!!!!Il tuo contributo è sincero e si capisce che fai le cose con vera passione e impegno! Concordo anch’io con il commento che ti ha lasciato Alessandra, la tua giornata nel calendario ha dimostrato piĂą di tutte quanto ci tieni a questo progetto e a quanto ti piace farlo bene! Hai coinvolto e trascinato con entusiasmo noi contributors dando il tuo aiuto e la tua disponibilitĂ 
    Che dire poi della torta salata che hai preparato oggi: semplicemente bellissima e mui mui invitante!!!!
    Un bacione cara e buona serata!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post