apple hand pies
Dolcezze

Apple Hand Pies

A fine mese compirò 40 anni. Voglio confessarvi che a partire da inizio settembre questo evento l'ho vissuto come una Spada di Damocle. Caspita, 40 anni….eppure non me li sento. Un pò mi scoccia perchè mi ero abituata a dire trent…., mi piaceva prendere in giro Luca dicendogli che io "sono giovane perchè non sto negli ANTA". 

Pian piano comunque ho razionalizzato che non sarà questa grande tragedia e adesso il mio cervello sembra aver assimilato l'evento e sono entrata in clima di festeggiamento anche perchè oltre al mio compleanno festeggerò poi Santa Lucia, il mio anniversario di matrimonio e il Natale che quest'anno è ancora più bello perchè ci sarà anche il mio nipotino!!! Sto organizzando il suo arrivo da quando l'ho salutato quest'estate in Sicilia. Lui adora preparare i biscotti e quando possiamo lo facciamo insieme. Pensando a cosa fare con questo piccolo e meraviglioso ometto mi è subito venuto in mente "il Manuale di Nonna Papera", Topolino, Paperino e tutta la banda nata dalla sapiente penna di Walt. 

Ho sempre avuto un debole per Nonna Papera. I suoi capelli perfetti, il suo grembiulino sempre pulito nonostante cucinasse sempre per tutti, l'emblema del "cucinare per chi si ama" e farlo in modo semplice e naturale. Nei fumetti di Topolino che leggevo da bambina Nonna Papera appariva sempre con una Pie tra le mani, appena uscita dal forno con Qui, Quo, Qua che saltellavano ai suoi piedi per la felicità. Questa immagine è sempre stata la sintesi di quello che significa per me cucinare: fare felici le persone che ami!! Nel mio caso poi realizzo anche la mia grande passione.

Eccomi quindi parte di questo gruppo composto da persone che hanno la mia stessa passione, molte delle quali conosco anche di persona, come non accade spesso tra foodblogger e con le quali ho avuto modo di trascorrere del tempo….

22448160_2138875566138595_5658522173876646223_n

Ognuno di noi, parlando in senso generale, ha le proprie attitudini. Mio marito che non cucina spesso per esempio riescer a prepare la pasta e patate più buona che io abbia mai mangiato..e di trattorie napoletane ne ho visitate tante; mia mamma cucina le migliori polpette al sugo; mia suocera tirolese che non cucina quasi mai prepara un gattò di patate che neanche mia nonna napoletana doc avrebbe saputo riprodurre cosi…

E ognuno di noi nel confronto con gli altri si arricchisce ogni giorno. E' quello che mi succede sempre grazie alla mia "Favella"; mi capita al supermercato, dal macellaio e persono sull'autobus…in questo gruppo accade lo stesso e grazie ai preziosi consigli delle mie amiche ho realizzato la prima APPLE PIE della mia vita. E' come se Nonna Papera si fosse materializzata….pensate che l'ho preparata, in versione HAND, per i miei ospiti e persino i tirolesi, che con lo strudel alle mele ci sanno fare, si sono leccati i baffi!!!!

La ricetta che vi propongo è del Libro di Williams-Sonoma "The Pie Cookbook". Unica variazione alla ricetta è che non ho aggiunto il cardamomo e ho sostituito la granella di pistacchi con quella di mandorle.

Apple Hand Pies vert

Ingredienti per 10 mini apple pie da 10 cm di diametro
per l'impasto
200 g di farina
15 g di zucchero
1 pizzico di sale 
125 g di burro freddo tagliato in cubetti di 6 mm circa
3 cucchiai di acqua molto fredda

per il ripieno
60 g di zucchero semolato
1 kg di mele Pink lady o Fuji sbucciate e tagliate in fettine sottili (3 mm circa)
4 g di cannella in polvere (1 cucchiaio da tè)
1 pizzico di sale
60 g di mandorle pelate a granella
succo e buccia di 1 limone
1 uovo grande (mischiato con un cucchiaio di acqua)
Zucchero di canna per la superficie delle pie
Apple Hand Pies 2

Preparare l'impasto
1. Per fare l'impasto a mano, in una ciotola mescolate la farina, lo zucchero e il sale. Aggiungete il burro tagliato a cubetti di circa 6 mm e lavoratelo fino ad ottenere una consistenza grossolana.  Aggiungete l'acqua e mischiate con una forchetta fino a che l'impasto risulti legato.

2. Per fare l'impasto con un mixer da cucina inserite la farina, lo zucchero e il sale e azionate il mixer per qualche secondo ad impulsi regolari e non ad una velocità costante.  Aggiungete il burro e azionate il mixer per pochi secondi fino ad ottenere una consistenza grossolana.  Aggiungete l'acqua e riazionate per pochi secondi. Lavorate l'impasto fino a che risulti legato sempre utilizzando impulsi ad intermittenza.

3. Trasferite l'impasto su un piano di lavoro e dividetelo in due dischi uguali. Chiudete con una pellicola trasparente e trasferirt in frigo per almeno 30 minuti.

4. Preparate il ripieno: In un tagame mettete l'acqua e lo zucchero e fate cuocere fino ad ottenere uno sciroppo. Aggiungete le mele tagliate a fettine sottili, la cannella e il sale. Cuocete, mescolando di tanto in tanto, per circa 8 minuti. Trasferite il composto in una ciotola ed aggiungete le mandorle a granella, il succo e la buccia di limone. Mescolate e lasciate raffreddare.

5.Preriscaldate il forno a 200 gradi in modalità statica.

6. Prelevate l'mpasto dal frigo e stendetelo fino ad ottenere una pettola sottile. Con un coppapasta ottenete 10 dischi del diametro di 10 cm per ogni pezzo di impasto (20 dischi in totale.)

7. Trasferite i 10 dischi su una teglia rivestita di carta da forno distanziandoli di 2,5 cm. Con un cucchiaio aggiungete il ripieno al centro di ogni disco fino ad esaurimento del composto. Chiudete il disco con un altro disco e sigillatelo prima facendo pressione con le mani e poi chiudendolo su tutta la circonferenza con i rebbi di una forchetta. Con un coltellino molto affilato praticate dei taglietti paralleri o una croce su ogni disco.

8. Mischiate un uovo con un cucchiaio di acqua e spennellate le apple han pies. Aggiungete dello zucchero di canna su ogni pies ed infornate per 20 minuti circa controllando di tanto in tanto e regolandovi in base al vostro forno.

9. Servirt tiepide con una pallina di gelato alla vaniglia.

Apple Hand Pies 3

Commenta con Facebook
Print Friendly
Condividi:

3 Comment

  1. Lucy, queste hand pie son così perfette che Qui, Quo e Qua te le spazzolerebbero e Nonna Papera sarebbe orgogliosa di te! E, beh, io in questo momento ho la bava alla bocca perché se sono buone quanto belle (e lo sono di sicuro) insieme ai paperotti mi ci metterei pure io a spazzolartele, una dietro l'altra!

    1. Tesoro grazie!!!!!!!! per me sono state una bella scoperta e il profumino che si diffonde è meraviglioso….con piacere te le farei provare da vicino…..:-) 

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *