brioche col tuppo or
Dolcezze

Brioche catanesi col tuppo… amore al primo morso

Questa mattina prima di andare a lavoro ho fatto colazione al bar sotto casa. La ragazza che lavora al bar, che non incontravo da fine luglio, mi ha guardato e mi ha detto "Oggi sei ancora più bella con questa faccia rilassata e felice!"….

Allora si vede!!!!! 🙂 Nel senso che mi sento veramente rilassata e felice ma non poensavo fosse visibile anche agli altri. Merito della vacanza che mi ha totalmente appagato e del rientro a casa che, nonostante significhi tornare a lavoro, mi rende sempre felice perchè ritrovo i miei luoghi dove sto benissimo.

Così al rientro ho deciso, prima di essere catapultata nelle scadenze e soprattutto prima della dieta, di provare le brioches col tuppo!!! Perchè quest'estate me ne sono innamorata….dove??? ah si…sono stata in vacanza in Sicilia!!!!!! Chiunque è stato in Sicilia saprà che quando dai il primo morso alla brioche col tuppo te ne innamori all'istante; sia se la assapori con le meravigliose granite, sia se la mangi col gelato, sia se la gusti da sola.

Il nostro primo incontro con la brioche è avvenuto al BB Bookbreakfast dove alloggiavamo i primi giorni di vacanza. Un posticino accogliente gestito da persone carinissime. Uno di quesi posti in cui ti senti a casa…se poi per colazione, oltre a tanti dolci fatti in casa, ti offrono anche la brioche col tuppo e la granita…potete immaginare la goduria.

L'innamoramento con la brioche è continuato a Taormina dove non potevamo esierci dal gustarla al BamBar insieme alle loro ottime granite. 

Insomma sono tornata con l'idea di riprovare in casa tutto quello che ho mangiato in Sicilia e, considerando che sono ingrassata tre chili in due settimane, ci vorà molto tempo per cucinare tutto ma mi sembrava il minimo iniziare con la regina delle brioches.

Ho cercato nei vari testi di cucina siciliana che ho in casa e sul web e alla fine ho deciso di provare la ricetta di Paoletta e Adriano, una garanzia. Devo dire che tutti gli amici che l'hanno provata sono stati entusiasti!!!!! Vi lascio alla ricetta!!!!!

brioche col tuppo intera

Brioche catanesi col tuppo (Adriana R., Gennarino)
riporto fedelmente la ricetta attinta dal Blog Anice e Cannella 
a cui ho aggiunto solo nel procedimento quando inserire lo zucchero.

Ingredienti
500 g. farina Manitoba
500 g. farina 00
150 g. zucchero
150 g burro
20 g. sale
15 g di lievito di birra*
350 g di latte freddo
20 g di miele
4 uova
A piacere qualche goccia di aroma panettone

briosche col tuppo 2Nella ciotola della planetaria mettiamo la farina, il miele, e il lievito di birra che avremo sciolto con una parte di latte, iniziamo a lavorare l'impasto aggiungendo le uova una alla volta e lo zucchero aggiungendone metà dopo il primo uovo e metà dopo il terzo. Aggiungiamo anche l'aroma di panettone.
Impastiamo tutti gli ingredienti per almeno 20/25 minuti, aggiungendo poco alla volta il latte freddo e il sale che avremo sciolto in una piccola parte di latte, a questo punto iniziamo ad aggiungere il burro freddo e non a temperatura ambiente e procediamo a vel.1-1/2, l'impasto dovrà staccarsi dalle pareti totalmente, e come ci ha insegnato Adriano capovolgiamo spesso l'impasto, stacchiamolo dal gancio e ricominciamo.
L'impasto dovrà presentarsi molto elastico, sarà pronto quando tirando tra le dita un po' di impasto si formerà un velo senza strapparsi.

Quindi mettiamo l'impasto a lievitare coperto, a questo punto ci sono due strade che possiamo percorrere: se si vogliono preparare in giornata lasciare che la pasta triplichi il suo volume iniziale e quindi lasciamo lievitare a circa 28°, se invece vogliamo delle brioches da primato riponiamo in frigorifero con tutto il contenitore l'impasto, coprendo con della pellicola fino al mattino seguente. Io ho preparato l'impasto la sera precedente.
Al mattino capovolgiamo l'impasto sul tavolo di lavoro infarinato, lasciamolo a temperatura per un'ora senza lavorarlo, trascorso il tempo arrotoliamolo appena e porzioniamo la pasta realizzando delle omogenee pallette e inseriamo una pallina più piccola a mo' di tappo.

briosche crudeRimettiamo a lievitare (dentro al forno con la luce accesa, comunque ad una temperatura max di 28°) fino al raddoppio delle brioches, una volta trascorso il tempo, spennelliamo con un tuorlo e un po di latte e inforniamo a 190° per circa 25'.

* Nota importante: nel caso in cui si decidesse di lavorare l'impasto nel tardo pomeriggio, per infornare al mattino, sarebbe meglio diminuire il lievito di birra a 10 gr. 

brioche col tuppo catanese

 

Commenta con Facebook
Print Friendly
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *